IT   EN   DE   FR   ES

Il Brescia torna in A. Quale sarà adesso il futuro del gioiellino Tonali?

Fischio finale, la panchina esplode e corre in campo, il Rigamonti da fremente diviene bollente: il Brescia vince 1-0 con l’Ascoli e festeggia la promozione in Serie A dopo 8 lunghi anni di Purgatorio. Giri di campo, bandiere in cui campeggia una A gigante. Corini, artefice del ritorno tra i grandi, che canta saltando sotto la Curva Nord. L’attesa è stata lunga e logorante da queste parti, la gioia non può che essere incontrollabile. Serviva un successo oggi, dopo un campionato vissuto costantemente al vertice, ed è arrivato. Sofferto, come prevede ogni copione che si rispetti. Un 1-0 secco rifilato ad un Ascoli insidioso ma anestetizzato dall’aver già ottenuto la salvezza. La firma odierna porta il nome di Daniele Dessena, il cui diagonale, su assist del figlio d’arte Bisoli, si infila preciso alle spalle di Lanni. Basta lo squillo dell’ex Cagliari per ottenere gli agognati 3 punti e l’ancor più attesa promozione. Voluta, ricercata, costruita con un sapiente lavoro societario: il Brescia che risale in A è un perfetto mix di gioventù ed esperienza, idee e forze fresche, individualità e gruppo. Diversi i profili interessanti, su tutti Sandro TonaliDUELLO JUVE-INTER – Regista, metronomo, mezzala: un centrocampista polivalente, crea e rifinisce ma sa anche spezzare il gioco avversario. La promozione è un regalo di compleanno anticipato per Sandro, nato l’8 maggio del 2000. Già nel giro della Nazionale, Mancini lo coccola, le big italiane lo seguono. Ci ha pensato dapprima la Roma, sotto l’egida di Monchi, poi è piombata la Juventus. I bianconeri, dopo averlo osservato per mesi, hanno accelerato e sono in prima fila nella corsa al talentino, valutato da Cellino circa 30 milioni di euro. L’Inter insegue a stretto giro di posta, guidata nell’assalto da Marotta in persona, stregato dalle doti del regista. REGALO TONALI – La promozione in Serie A può regalare Tonali alle Rondinelle per un altro anno. Che il suo futuro sia a tinte bianconere o nerazzurre, il giovanissimo potrebbe essere acquistato ma lasciato a Brescia in prestito, per fargli vivere la prima stagione in A in un ambiente familiare, ideale per crescere serenamente e senza eccessive pressioni. Non solo Tonali: anche Alessandro Semprini, terzino destro classe ’98, ha diversi estimatori. In pole la Fiorentina, che potrebbe attuare la stessa politica di Inter e Juve: definire il suo acquisto e poi lasciarlo crescere in lombardia. Per il mercato, però, c’è tempo. Oggi si fa festa. Il Brescia è tornato.

Fonte: www.calciomercato.com

Scrivi un Commento

Translate »