IT   EN   DE   FR   ES

Mino Raiola sospeso dalla FIGC: non potrà esercitare per tre mesi

Mino Raiola non potrà esercitare la professione di procuratore sportivo per tre mesi. Lo ha comunicato la FIGC. Bloccato anche il cugino Vincenzo.

Mino Raiola e il cugino Vincenzo sono stati sospesi dall’Associazione Procuratori Sportivi, la sezione della FIGC che si occupa degli agenti dei calciatori.

Questo il comunicato che ha ufficializzato lo stop all’esercizio della professione: 3 mesi per Mino Raiola, 2 per Vincenzo.

“La Commissione Procuratori Sportivi, ogni altra eccezione, deduzione e difesa rigettata, condanna i Sig.ri Carmine Raiola e Sig. Vincenzo Raiola, in proprio ed in qualità di legali rappresentanti delle società da essi rappresentate […] alla sanzione della sospensione dall’esercizio dell’attività di procuratore sportivo nella misura, rispettivamente:
– quanto al Sig. Carmine Raiola, di mesi 3;
– quanto al Sig. Vincenzo Raiola, di mesi 2″

La squalifica arriva a poche settimane dall’inizio del calciomercato estivo e rischia di escludere quindi l’agente da buona parte della prossima sessione di mercato.

Massimo Diana, legale dei due procuratori, chiederà il rito accelerato per conoscere le motivazioni della squalifica, non ancora rese note.

Leggi il comunicato ufficiale:

Leggi motivazione della sospensione:

Scrivi un Commento

Translate »