IT   EN   DE   FR   ES

La nuova rivoluzione dei procuratori sportivi iscritti dopo la deregulation del 2015

Nei giorni scorsi è stata presentata una denuncia all’Antitrust dall’Avvocati Cesare De Cintio e Federica Ferrari.

Questo si aggiunge anche al ricorso al TAR dove ci sarà la discussione il 26 marzo e i suddetti avvocati amministrativisti chiederanno che i procuratori sportivi iscritti dopo il 2015 (a seguito della liberalizzazione della FIFA) e che hanno sempre pagato l’iscrizione (euro 500 all’anno) e che si siano comportati secondo diligenza e serietà, vengano iscritti di diritto al nuovo albo CONI.

Ovviamente tutti parteciperanno ai vari corsi di aggiornamento come previsto dal regolamento .

Un gruppo nutrito di procuratori sportivi ha anche interpellato il Parlamento Nazionale ed Europeo sperando che si possano avere quelle risposte chieste a gran voce da tutti.

È notizia di ieri che il Senato ha assegnato la petizione dei procuratori sportivi alla 7° Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali) che ne curerà gli sviluppi.

Nei prossimi giorni tutti gli interessati aspetteranno un cenno dalle Istituzioni a cui chiedono supporto e un concreto passo in avanti.

Fonte: www.quotidianosociale.it

Scrivi un Commento

Translate »